Monthly Archives: ottobre 2007

Tribute to Cagliari…

Cagliari, la mia città adottiva, una terra che ho imparato a fare mia dopo anni di convivenza.. Ed ora mi sento in dovere di ringraziare questa bellissima realtà con una canzone rap che la fotografa in modo stupendo con le sue abitudini e le sue bellezze:

e quique che suona io parlo della mia zona dagli straccioni al 69 fino ai 4 di via pola viale trieste via roma la gente che esce che lavora i ragazzi al doposcuola alla stazione al mcdonald al tramonto all’aurora ad ogni ora del giorno vedi il mare sullo sfondo il sole le barche del porto castello marina porta cristina e ogni giorno la gente che entra esce dentro i locali del corso bastione il terrapieno l’iguana il varadero le signorine riflesse nelle vetrine in via alghero negozi gucci e trussardi a prezzi pieni o ai saldi la gente che fa shopping in via manno e via garibaldi il lido viale europa e il cavalluccio marino i ragazzi vanno in skate nelle rampe al pistino il colle di s. michele monte claro e via sonnino la cagliari che si vede da belvedere a buoncammino

ti porto qui, nella mia città, tra il mare e la costa i locali ed i club.. ACDC è così che va.. Cagliari che amo e tutto quello che mi dà..

e quique che suona io di ritorno da scuola il sole picchia sulla testa ma non è una cosa nuova, cagliari è sempre la stessa squilla il motorola se il pulman passa tra un ora passo da morph in via pola fra, ACDC la gente segue la moda collane anelli tagli di capelli all’umphrey bogart ACDC la gente segue la droga piazza matteotti volti sfatti dalla roba arrivo da san sperate giro a stampace castello la marina su planu sant’avendrace giro con il walkman x le strade senza stress è un classico la gente alle fermate in viale trieste il suono della volante i fighetti col contante il lungo mare il maestrale lo scirocco il levante via dante il bastione la torre dell’elefante sai le palme sullo sfondo sono una costante..

ti porto qui, nella mia città, tra il mare e la costa i locali ed i club.. ACDC è così che va.. Cagliari che amo e tutto quello che mi dà..

vai si alzano i gradi a 2 passi dall’equatore col calore del sole la pelle cambia colore crema sui culi e le gambe delle signore io resto senza parole x tipe da 10 e lode mi si alza la presssione solo alla visione di signorine sdraiate in spiaggia oppure sotto l’ombrellone bionde o more ho i capogiri x gli spini bikini i bambini col pallone salvagente e aquilone tra bagnini e famigliole tipe senza reggipetto panini dal caddozzone e i chioschi del poetto il centro la periferia sant’elia il lazaretto i palazzi le chiese i negozi a san benedetto l’estate calda scalda l’halma come nel sahara da monte claro ai gradini di bonaria solo a cagliari fra puoi respirare quest’aria il sole il mare che ci separa dall’Italia..

ti porto qui, nella mia città, tra il mare e la costa i locali ed i club.. ACDC è così che va.. Cagliari che amo e tutto quello che mi dà..

ti porto qui, nella mia città, tra il mare e la costa i locali ed i club tra i figli di papà col cash e le smart le ragazze nei bar …

Leave a Comment

Filed under Fun, home, Songs

14 years.. I still remember..

1993.. 2 amici, qualche cazzata da ragazzini, le ragazze, le scazzottate, le sigarette di nascosto, i viaggi, l’Alberti, il Nautico, il Leonardo.. il 9 per andare ad Assemini a trovare gli altri, la ringhiera di via Garibaldi, le moto, le marce, la Croazia, Marijana, i tuoi sogni con lei.. Tutto spezzato in una notte e qualche bicchiere di troppo.. Ed ogni volta che passo davanti a Margine Rosso vedo quella croce, uno strazio nel mio cuore… Mi manchi Cristian, non sai quanto!!!!

Leave a Comment

Filed under Friends, Thoughts

life is moving forward…

Cambiato lavoro, o meglio mansioni… Niente più turni, niente più notti, festivi, Narale, Capodanno… Lunedì-Venerdì 9-17:30, week-end liberi… Effettivamente il nuovo manager non è male, anche se il collega con il quale “divido” il team è.. Beh, lasciamo stare.. Per ora non mi lamento troppo, sembra un lavoro molto noioso, tutto il giorno a fare copia/incolla, ma vedremo più avanti.. Intanto si festeggia con i miei grandi amici.. Giovedì venerdì e oggi, sempre in giro.. Ed ogni notte si fanno minimo le 3.. Non mi frega molto di arrivare al lavoro gonfio di sonno, ho la mia età, a quello potrò pensare più avanti… Ed intanto lei è sempre lontanissima.. Non la sento da domenica scorsa, una telefonata veloce e nessuna risposta ai miei sms… Forse dovrei “affrancarmi” da lei, ma non ci riesco; se solo ripenso a tutti i momenti passati insieme… Forse il tempo mi darà una mano, ma nessuno sa o saprà dirmi quanto.. No, basta, non voglio pensarci, mi sento un po’ il naufrago di “Message in a bottle” dei Police…



More loneliness than any man could bear
Rescue me before I fall into despair, oh

Love can mend your life but
Love can break your heart

Leave a Comment

Filed under Health, Songs, Work