Monthly Archives: maggio 2011

keeping my way…

Torno a casa, come ogni sera. E come ogni sera è vuota, scarna, l’arredamento ridotto al minimo; d’altronde è la casa di un single.

E allora accendo le luci delle stanze, la tv a farmi compagnia anche se non l’ascolto. E continuo a rimuginare sui miei pensieri, sulle opportunità che arrivano.

Ma la paura mi sovrasta, diventa un sentimento forte. E allora mi scanso, lascio che i treni passino, senza salire, senza accomodarmi.

Perchè in realtà, forse, mi sono già accomodato, ed è quella di single la vita che ho scelto per me.

Sono sempre stato una persona testarda, orgogliosa, che non ha mai permesso intromissioni nelle scelte fondamentali della mia vita.

Ho scelto da solo di andare a Dublino, ho scelto da solo che tipo di lavoro cercare, ho scelto quali persone volere al mio fianco (amici e famiglia) tagliando i ponti con chi non era o ne sarebbe mai stato degno.

E anche ora, non accetto intromissioni o imposizioni, non accetto consigli se non richiesti (figuriamoci seguirli).

Ho sempre fatto di testa mia ed è questo che mi ha portato a 29 anni a trovare un lavoro “sicuro”, a 32 a cambiare auto e comprare una casa in centro nel giro di 6 mesi.

Quindi credo proprio che continuerò su questa strada, i risultati raggiunti e quelli a cui arriverò in futuro mi danno ragione e, sono sicuro, continueranno a darmene.

Leave a Comment

Filed under Health, life, Thoughts

not my battle

Portiamo alla luce qualche vecchio post che prendeva polvere in bozze…

E’ notte, non ho sonno… La sveglia suonerà tra un paio d’ore, mi aspettano otto ore di un lavoro frustrante. Penso, al buio, respiro forte… I ragazzi delle studentesse del piano di sopra discutono di politica, riesco a sentirli distintamente da quanto urlano. Penso, dicevo… Penso che oggi non mi riconosco; l’ho data vinta, io! Io, che sono un combattente, che ho distrutto relazioni, amicizie, parentele per il mio spirito combattivo. Io, non sono più io! Quando la sveglia suonerà spero di riuscire a tornare il gladiatore che in realtà sono sempre stato, col mio cinismo mi scrollerò di dosso la polvere di questa battaglia, e continuerò per la mia strada, sordo alle grida di una guerra non mia, che non mi appartiene. Lascerò che questo sia un singolo, isolato episodio, la mia ascia rotolerà via altre teste, ma non questa volta. Ti ho lasciato vincere, ma non gongolare, questa battaglia non m’interessa, tu non sei mai stato un avversario degno.

From Dyo’s BlackBerry

Leave a Comment

Filed under life

My strange day…

Ieri, nonostante tutto, è stato un giorno importante per me. Come diceva Durante degli Alighieri, sono entrato “nel mezzo del cammin di nostra vita”.

Tempo di tirare una riga e fare un bilancio su tutti gli aspetti della mia vita: dal lavoro alla famiglia, dalle amicizie al cuore.

E’ stata una giornata strana, passata per la prima volta nella mia vita al lavoro.

Da quando son nato non ho mai fatto nulla l’11 Maggio, a parte festeggiare: mai andato a scuola e sempre chiesto ferie al lavoro.

L’unica cosa che non è cambiata è l’affetto e il calore degli amici.

Tra messaggi privati, post, FB e FF, telefonate e sms; dalla mezzanotte sino a tarda ora moltissimi sono stati gli auguri e i gesti d’affetto.

E allora voglio scrivere questo post per ringraziare tutti voi che, non importa se lontani centinaia di chilometri o vicinissimi, avete trovato il modo di allietare questo mio giorno particolare.

Un abbraccio fraterno a tutti, siete preziosi.

 

Consolati e pensa che il tuo compleanno

Ritorna tra poco, soltanto tra un anno,

Gli amici gentili un regalo faranno, ed il tuo tempo va

e non tornerà

Listening to – Il compleanno – F. Guccini

 

 

Leave a Comment

Filed under life